Viaggi in Grecia

Grecia

+      Grecia
Case in affitto, piccoli hotel, camere romantiche con vista sulla baia……  seppure in molte località sono comparsi i villaggi turistici all inclusive, la Grecia per noi continua ad essere quel luogo di vacanza fatto di giornate che iniziano con l’insolita colazione a base di yogurt, formaggio fresco, olive e miele.  Continuano con il sole abbagliante che ti accompagna per tutto il giorno, tra i vicoli bianchi, le strade sterrate, le scogliere roventi e le spiagge solitarie.  Finché non arriva la sera a struggerti l’anima e a darti sollievo, tra musica esotica e profumi di Mediterraneo.
VIAGGI
ALLOGGI E HOTEL
NOTIZIE UTILI
ALBUM FOTO
RACCONTI E ARTICOLI

VIAGGI E TOUR

GRECIA
8 giorni / 7 notti
Soggiorno Mare da € 266

CRETA

Creta è più di un'isola: è un piccolo continente gettato tra i flutti, in cui convivono anime diverse. C'è la Creta dei monasteri, intrisa di storia e di spiritualità, e quella dei Veneziani, dalle delicate architetture. Ci sono le radici della nostra civiltà, negli scavi archeologici nella valle di Festos e nelle rovine di Cnosso, culla minoica, e le chiese bizantine. Creta è anche turismo attivo, gli amanti del trekking non resisteranno alle Gole di Samaria lungo un percorso di 16 km che dalla foresta arriva fino alla spiaggia di Agia Roumeli sul Mar Libico. E poi c'è il mare. Un mare blu, profondo a sud, più trasparente e mite nella parte nord-occidentale... non solo Elafonissi e Balos nella parte più occidentale dell'Isola e conosciute come le spiagge rosa ma anche Vai con le sue palme, Malia e i suoi party sulla spiaggia e la meravigliosa laguna circondata di palme di Preveli Beach.
Per apprezzare la diversità paesaggistica dell'Isola che è lunga più di 300 km, vi consigliamo di dividere il vostro soggiorno tra la parte ovest più sabbiosa, e la parte est più rocciosa e di prevedere un noleggio auto per l'intero periodo per avere la massima libertà di spostamento. 
Creta si raggiunge con voli di linea via Atene dalle principali città Italiane, con arrivo agli aeroporti di Heraklion e Hania o anche con voli speciali diretti.
In traghetto esistono dei collegamenti diretti dal Pireo e da alcune delle Isole Cicladi.

Soggiorni Mare
GRECIA
8 giorni / 7 notti
Viaggio sportivo da € 800

Arrampicata a Kalimnos con Jolly Lamberti

Alessandro Jolly Lamberti è una guida alpina ed è considerato uno dei più forti climbers italiani, famoso e ammirato per le sue eccezionali ripetizioni delle vie classiche nelle più impegnative falesie.  I suoi viaggi di arrampicata sono un'occasione speciale per dedicarsi completamente a questo sport e realizzare vie e tiri di corda, ad un ritmo sostenuto, con l'obiettivo di compiere, nell'arco di un viaggio, il proprio record personale di scalate e del grado di difficoltà.  Jolly organizza ogni giornata decidendo il settore o la falesia dove si scala, monta alcune vie di riscaldamento e suggerisce agli arrampicatori il percorso di scalate da fare durante il giorno.  La sua grande esperienza gli consente di seguire con attenzione tutto quello che succede in falesia, incita e suggerisce, chiama prese e movimenti, bilancia lo scalatore sul passaggio chiave, che sente il suo occhio vigile guidarlo, con la sapienza del maestro.  Kalimnos è solo una delle tante palestre naturali dove Jolly effettua gli stage di arrampicata che, grazie al contesto mediterraneo in cui si trova, riesce a combinare un mix di sport e agonismo intenso con il piacere idilliaco della vita su un'isola greca dell Egeo.  Non mancano infatti in questo viaggio i momenti di puro relax in riva al mare o le gite in barca alla scoperta di spiagge, senza perdere di vista affioramenti e grotte che potrebbero prestarsi a dei boulder di deep water.
 
Montagne e Trekking

ALLOGGI E HOTEL

INFORMAZIONI E NOTIZIE UTILI

VALUTA E DOGANA

La moneta ufficialeè l'Euro. Le carte di credito sono accettate ovunque ma si consiglia di avere contanti per gli acquisti nei laboratori artigianali e per i piccoli ristoranti.

SHOPPING

La Greciaè ricca di artigianato; in ogni luogo potrete trovare articoli di produzione locale, fra cui tappeti dai colori brillanti, oggetti in legno intagliato, articoli in cuoio e porcellane.

ABBIGLIAMENTO

Un abbigliamento pratico ed estivoè l''ideale. Da non dimenticare nel bagaglio: occhiali da sole, cappellini e creme solari.

GASTRONOMIA

La cucina Grecaè tipicamente mediterranea, i suoi elementi di base sono l'olio di oliva, la carne di agnello, il pesce e le insalate, talvolta insaporite con formaggio di pecora. Il pesce e la carne sono cucinati quasi sempre alla griglia. L'aperitivo più diffusoè l'ouzo, un liquoreal gusto di anice, con cui vengono serviti gustosi antipasti: olive nere, involtini di foglie di vite e lo tzatziki: yogurt lavorato con il cetriolo, aglio e olio. Ottima la produzione di vino locale.

LINGUA

La lingua ufficialeè il greco, ma l'inglese, il francese e spesso anche l'italiano sono lingue diffuse e conosciute non solo dal personale degli hotel.

ELETTRICITÀ

220à il voltaggio in tutto il Paese.

FUSO ORARIO

La Greciaè 1 ora avanti rispetto all'Italia.

CLIMA

Mite e temperato durante tutto l'anno, da Maggio ad Ottobreè estate con temperature che oscillano tra i 24 e i 30 gradi centigradi. Nelle isole e lungo le coste la brezza marina attenua la calura e rende gradevoli anche i mesi di Luglio e Agosto. I mesi migliori per visitare la Grecia sono Aprile-Giugno, Settembre-Ottobre.

AEROPORTO DI ATENE

Nel 2001è stato inaugurato il nuovo aeroporto ATHENS INTERNATIONAL AIRPORT ELEFTHERIOS VENIZELOS dove arrivano tutti i voli internazionali e nazionali. È situato a Spata a 25 km da Atene edè collegato con il centro di Atene e con il porto del Pireo da un servizio navetta attivo 24 ore su 24.

VACCINAZIONI

Nessuna vaccinazioneè richiesta.

VISTO E FORMALITÀ D'INGRESSO

Per l'ingresso in Greciaè necessaria la carta d'identità in corso di validità o il passaporto; i minori devono comparire sul passaporto di uno dei genitori o essere in possesso del proprio foglio di identità. Non sono richiesti visti di ingresso.

ALBUM FOTO

BLOG, RACCONTI E ARTICOLI

Sifnos e l'arte vasaia: un piccolo viaggio in una grande arte
Già dall era preciclaiditica, gli abitanti di Sifnos sapevano che la natura aveva donato loro giacimenti di argilla di ottima qualità. Così, sfruttando questi ultimi, creavano utensili di ceramica, statuette o ornamenti per la loro vita quotidiana. Questa loro arte la conservarono e la migliorarono nel corso dei secoli, adattandola, di volta in volta alle condizioni culturali e sociali di ogni periodo. Nel XVII secolo ci fu il grande sviluppo economico, a cui seguirono la decadenza del secolo XVIII e gli eventi della nazione greca nel XIX. Nel corso di quegli anni, diminuì progressivamente la produzione dei tessuti di cotone e chiusero le piccole industrie tessili locali. Contemporaneamente, e mentre le colture agricole erano limitate, ci fu un aumento della popolazione, che causò un forte e pesante aumento della disoccupazione. Il problema fu risolto dagli stessi abitanti, da una parte con movimenti di emigrazione e dall altra con lo sviluppo dell arte vasaia. Quest ultima trovò terreno fertile nell abbondanza di abili artigiani e nella fonte inesauribile di materie prime (argilla, sole, acqua, cespugli). Fin dai tempi antichi gli abitanti di Sifnos si erano dedicati alla creazione di oggetti di ceramica per la casa, e principalmente di utensili per cucinare (tsikalia) e per trasportare l acqua (brocche, orci); e per questa loro attività divennero conosciuti in tutto il Mediterraneo. Negli anni prima della liberazione dai turchi, anche per paura dei pirati, i laboratori di ceramica si erano sviluppati nei quartieri di Artemonas e dei vicini centri abitati. Più tardi però, con il ritorno della pace nell Egeo, essi furono spostati nelle baie dell isola, e soprattutto in quelle che erano protette dai venti del nord. Vathì, Platys Ghialos, Herronnisos, Kamares, sono alcuni dei posti, che sono diventati centri importanti della produzione della ceramica. Anticamente, gli artigiani che lavoravano in questi centri uscivano di casa il lunedì e vi facevano ritorno il sabato pomeriggio o la sera. I prodotti venivano caricati su grandi barche, per essere venduti in altre regioni della Grecia o all estero. Già dal 1835, l esportazione di ceramica era fiorente, come è riferito in un documento stilato dal console francese di stanza dell isola. I laboratori di ceramica si dividevano in piccoli e grandi. Quelli piccoli erano a conduzione familiare e quasi tutti membri della famiglia vi lavoravano; invece, quelli grandi, per via della forte produzione avevano bisogno di molto personale. Tuttavia, col tempo, il numero degli artigiani aumentò tanto, che il suo numero divenne eccessivo per l isola. Questo ebbe come risultato l esportazione di manodopera artigiana altrove. Gli artigiani infatti, cominciarono ad emigrare piano piano in altre regioni, rimanendovi per brevi periodi o sistemandovisi definitivamente. Al principio si organizzavano in gruppi di due o quattro e partivano dall isola amata in primavera, per farvi ritorno in autunno. Di solito si recavano nelle isole vicine (Paros, Naxos, Andros), dove trovavano dell ottima alrgilla; organizzavano, così, il loro laboratorio, e rifornivano gli abitanti locali di tutti gli oggetti di cui avevano bisogno. Poi, in inverno, tornavano a Sifnos e si occupavano delle colture agricole. Altri si recavano ad Atene o altre regioni della Grecia per assicurarsi il pane quotidiano. La tradizione racconta che il primo artigiano vasaio emigrò ad Atene nel 1833. Tutti gli emigranti, comunque, incominciarono come lavoratori stagionali, ma alla fine si sistemarono definitivamente nelle regioni in cui si erano recati. Durante le sue ricerche, la scienziata, e amica dell isola, Eleni Spathari Begliti, ha incontrato artigiani di Sifnos, oltre che nell Attica, anche a Syro, Mani, Eraklio e Hanià di Creta, a Kolymbari, nella Calcidica, a Karisto, a Skopelos, a Mitilene, Tasso, Volo e altrove. La corrente principale di emigrazione, comunque si diresse verso le zone di Marussi, Ag. Paraskevì, Halandri e Kalogresa. Ad Atene, adattarono la produzione dei loro prodotti alle necessità locali. Così, prima dell istallazione dell impianto idrico e della comparsa di utensili da cucina in alluminio, venivano prodotti principalmente pentolame da cucina e orci per il trasporto dell acqua da Marussi ad Atene. D estate, inoltre, la richiesta aumentava, così i vecchi emigrati assumevano i nuovi arrivati da Sifnos, i quali, a loro volta, si stabilivano anche essi in città. Questa corrente a senso unico portò alla riduzione del numero di laboratori nell isola e al loro degrado. Tuttavia, lo sviluppo turistico di Sifnos, in combinazione con il ritorno di Greci e stranieri ai prodotti tradizionali, ha ridato vita a quest arte che aveva già dato da vivere a generazioni e generazioni di Sifnos. In questo modo, abbiamo la possibilità, visitando l isola, di trovare una grande quantità di oggetti di ceramica (orci, utensili per la cucina, cappe per i camini, e altre cose), fatti con argilla di Sifnos e dalle abili mani di artigiani di Sifnos.
LEGGI
Via dei Campani, 63
00185 Roma
tel.: 064941161
fax: 064940472
info@darwinviaggi.com
 
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

® DARWIN SAS - Tutti i diritti riservati - P.IVA 01982491001