Viaggi in Namibia

Namibia

+      Namibia
Il paese dell’acqua asciutta, la terra che Dio creò in un giorno di rabbia, come vuole una leggenda locale.  L’incantesimo del nulla, distese roventi di polvere rossa mitigate dall’azzurro smerigliato del cielo.  Strade zitte che si perdono all’orizzonte, camminate incessantemente da uomini e donne diretti verso improbabili destinazioni.  Le donne Himba, le più belle del mondo, gambe lunghe e seni turgidi spalmati d’ocra. Etosha, un deserto bianco di sale punteggiato da rare pozze fangose presso le quali ogni giorno centinaia di animali perpetuano la loro battaglia per la vita e la morte.  La Skeleton Coast.  L’arroganza di una striscia di sabbia su cui si sono arenate centinaia di navi, infranti sogni di uomini.  E poi, il deserto.  Uno squarcio arancione in mezzo al nulla, un richiamo ancestrale, una risonanza dell’anima.  “Una volta che l’uomo è stato là e ha vissuto il battesimo della solitudine, non potrà più farne a meno.  Una volta preda dell’incantesimo dello sconfinato, luminoso, muto paese, nessun altro luogo sarà per lui abbastanza intenso, nessun altro paesaggio potrà fornirgli la sensazione estremamente appagante di esistere nel mezzo di qualcosa di assoluto.  Ci tornerà.  A costo di qualsiasi spesa e di qualunque disagio.  Perché l’assoluto non ha prezzo.”
VIAGGI
ALLOGGI E HOTEL
NOTIZIE UTILI
ALBUM FOTO
RACCONTI E ARTICOLI

VIAGGI E TOUR

NAMIBIA
10 giorni / 9 notti
Avventura in 4x4 da € 3.090

Namibia Explorer

Namibia Explorer è un'avventura attiva ed emozionante, un viaggio itinerante che a bordo di un auto fuoristrada, con l'assistenza di una guida esperta e professionale, vi condurrà ad esplorare alcune tra le aree di maggior interesse della Namibia. La selezione dei lodge e campi tendati vi permetterà di accedere a zone remote di grande interesse naturalistico, con progetti di studio e conservazione, in concessioni riservate a piccoli gruppi di visitatori.

Fondata in Botswana nel 1983, Wilderness Safaris è ampiamente riconosciuta come il principale operatore di ecoturismo del continente, dedicato alla conservazione e al ripristino della natura selvaggia e della fauna selvatica dell'Africa. Lo facciamo creando viaggi che cambiano la vita per i nostri ospiti in alcune delle aree più remote e incontaminate dell'Africa - e così facendo aiutano a preservare la spettacolare biodiversità dell'Africa e condividere i benefici dell'ecoturismo con le comunità che vivono a fianco di queste aree.

Le imponenti dune rosse di Sossusvlei, l'oceano atlantico blu pieno di forme di vita, il deserto e gli abitanti del Damaraland, le pianure e i predatori dell'Etosha National Park: durante il viaggio potrete speriementare numerose attività quali escursioni e safari in 4x4 e a piedi, mountain biking, visita delle antiche incisioni rupestri a Twyfelfontein e per chi lo desidera sarà possibile prenotare un giro in mongolfiera o escursioni a cavallo. 
 
Safari in Africa
NAMIBIA
11 giorni / 10 notti
Safari fly da € 10.140

Dal Deserto del Namib alla Skeleton Coast

Con un auto fuoristrada e una esperta guida al volante, viaggerete in questi luoghi straordinari, dalle dune di Sossusvlei, alla vita marina al largo di Swakopmund, la drammatica costa della Skeleton Coast fino al desolato paesaggio del nord-ovest della Namibia e il ricco parco nazionale Etosha, che sarà raggiunto con panoramico volo privato.

Il Namib è un mare di sabbia rossa che si estende lungo la costa atlantica. E' il deserto più antico del pianeta e nonostante la sua aridità, custodisce alcune delle meraviglie africane e ospita numerose specie vegetali e animali che si sono adattate a questo ambiente estremamente ostile. Qui l'unica fonte di acqua per tutte queste specie è costituita dalla nebbia che dall'Oceano Atlantico si spinge verso l'entroterra.. La Skeleton Coast è nota per essere particolarmente inospitale, con il deserto che si estende per decine di chilometr verso l'interno, mentre dal mare è difficile avvicinarsi a causa delle forti onde causate dalla corrente del Benguela.  Così i boscimani l'hanno chiamata  "la terra che Dio ha creato con rabbia" e i portoghesi "le sabbie dell'Inferno" 

La selezione dei lodge e campi tendati vi permetterà di accedere a zone remote di grande interesse naturalistico, con progetti di studio e conservazione, in concessioni riservate a piccoli gruppi di visitatori. Fondata in Botswana nel 1983, Wilderness Safaris è ampiamente riconosciuta come il principale operatore di ecoturismo del continente, dedicato alla conservazione e al ripristino della natura selvaggia e della fauna selvatica dell'Africa. Lo facciamo creando viaggi che cambiano la vita per i nostri ospiti in alcune delle aree più remote e incontaminate dell'Africa - e così facendo aiutiamo a preservare la spettacolare biodiversità dell'Africa e condividiamo i benefici dell'ecoturismo con le comunità che vivono a fianco di queste aree.
Viaggi nella Natura - Safari in Africa
SUDAFRICA
8 giorni / 7 notti
Avventura in 4x4 da € 840

4x4 Safari Car Rental

Passione di guidare.  Attraversare luoghi e paesaggi magnifici ed essere protagonisti di quell'immagine che resterà impressa nella memoria per sempre.  Le terre d'Africa sono tra quelle che più ispirano i viaggiatori a muoversi indipendentemente alla loro scoperta.  Questo car rental vi consentirà di viaggiare a bordo di un mezzo sicuro e affidabile, in grado di percorrere strade che sono inaccessibili ad altri mezzi. 
Le nostre auto possono essere noleggiate nella versione Standard o con la formula Camp.  Quest'ultima consente di avere a disposizione tutta l'attrezzatura necessaria per essere liberi di scegliere il luogo dove fermarsi e, in modo rapido e funzionale, organizzare il proprio accampamento.

ALCUNI MODELLI DELLE AUTO DISPONIBILI ATTREZZATE PER IL SAFARI CAMP:

Toyota Hilux 2.5TD 4x4 Camp per 2 pax

A partire da € 105 al giorno per noleggi di minimo 8 giorni
Assicurazione Standard Coverage inclusa

Toyota Landcruiser 79 4x4 Camp 2 pax

A partire da € 140 Euro al giorno per noleggi di minimo 8 giorni
Assicurazione Standard Coverage inclusa

Toyota Fortuner 2.4 GD-6 4x4 camp per 2 pax

A partire da € 135 Euro al giorno per noleggi di minimo 8 giorni
Assicurazione Standard Coverage inclusa

E' disponibile la scheda tecnica di ogni modello auto con la specifica delle attrezzature e degli accessori che sono inclusi nel noleggio.  Su richiesta viene fornito navigatore GPS con itinerario pre impostato.  Le stesse auto sono anche disponibili nella versione standard, senza nessuna attrezzatura.
Viaggiatori Self Drive - Safari in Africa
NAMIBIA
12 giorni / 11 notti
Avventura in 4x4 da € 1.730

Overland Trucks Adventure

Scopri la vastità della Namibia: scala le più alte dune di sabbia del mondo nel rosso deserto namibiano, vivi l'avventura di un bush camp tra le spettacolari montagne di Spitzkoppe, incontra la famosa tribù nomade degli Himba con i loro usi e costumi, lasciati affascinare dalla natura e dei safari nel Parco Etosha.  La Namibia non smetterà di stupirti con i suoi paesaggi sempre diversi e gli splendidi tramonti.  Il viaggio si svolge a bordo di di mezzi terrestri costruiti su misura per terreni accidentati africani.  Sono progettati dal nostro staff che ha anni di esperienza sulla strada.  I nostri veicoli sono nuovi e costruiti secondo le nostre specifiche richieste da meccanici specializzati in safari africani.  Passano tutti i rigorosi test SABS (South African Bureau of Standards) e hanno tutte le certificazioni necessarie per trasportare passeggeri.   A differenza della maggior parte delle compagnie Overland Touring che fanno lavorare gli ospiti per la cena (cucinare, pulire, allestire il campo), il nostro staff si occupa di montare il campo e di preparare i pasti per tutti gli ospiti.  Con questo viaggio ci rivolgiamo ai viaggiatori che desiderano avventurarsi in terre selvagge  senza il fastidio di accamparsi dopo una lunga giornata trascorsa sulla strada.  I gruppi sono relativamente piccoli (fino a 16 partecipanti) con una vasta gamma di nazionalità di provenienza.

Safari in Africa - Viaggi di Gruppo - Viaggi nella Natura

ALLOGGI E HOTEL

INFORMAZIONI E NOTIZIE UTILI

VISTO E FORMALITA' DI INGRESSO

Passaporto: necessario, con validità residua di almeno 6 mesi dal momento dell'arrivo nel Paese.  Per le eventuali modifiche a tale norma si consiglia di informarsi preventivamente presso l'Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio.

Visto d'ingresso: non necessario per turismo fino ad un massimo di 90 giorni di permanenza nel Paese.
Per le informazioni più aggiornate su passaporto, visti, formalità doganali e informazioni valutarie cliccate qui. Sarete reindirizzati alla pagina della Farnesina Viaggiare Sicuri, che viene costantemente revisionata e offre informazioni aggiornate in tempo reale.

Viaggi all’estero dei minori: in base a recenti disposizioni, ogni minore namibiano e/o straniero in arrivo, transito o partenza dal territorio della Namibia deve viaggiare munito di un proprio passaporto elettronico e di un 'Unabridged Birth Certificate' (certificato di nascita integrale multilingue che puo' essere richiesto al proprio Comune di residenza) sul quale vengono riportati anche i dati anagrafici dei genitori. Si raccomanda in ogni caso di verificare preventivamente con le compagnie aeree l'applicazione dell'obbligo o eventuali esenzioni.

FUSO ORARIO

La differenza di fuso orario con la Namibia è di 1 ora in più quando è in vigore l'ora solare, stesso fuso orario dell'Italia quando è in vigore l'ora legale.

MONETA

La moneta corrente è il Dollaro Namibiano, agganciato al valore del Rand sudafricano e diviso in 100 centesimi.  Per una quotazione aggiornata EURO-NAD cliccate qui. Le carte di credito più conosciute (Visa e Mastercard) sono accettate da alberghi, negozi e ristoranti, mentre è più difficile il loro utilizzo nelle zone più remote: pertanto, è sempre avere con sé un piccolo quantitativo di contanti.  Le norme doganali sono praticamente le stesse degli altri Paesi.  Tanto all'ingresso quanto alla partenza dovete dichiarare sui moduli della dogana la cifra approssimativa che avete intenzione di spendere o che avete speso nel Paese.  È consuetudine dare ai facchini, agli autisti dei taxi e ai camerieri un mancia pari almeno al 10% del costo del servizio prestato.

TELEFONIA

Il prefisso internazionale della Namibia è  00264. Per chiamare l'Italia dalla Namibia digitare il prefisso 0039.  Per utilizzare la rete cellulare namibiana MTC digitare il prefisso 081.  Per informazioni sulle aree coperte da segnale cellulare consultare questo link

CLIMA

La Namibia, pur essendo un Paese prevalentemente desertico, presenta variazioni climatiche da regione a regione, che corrispondono alle diverse zone geografiche.  Nella zona meridionale, così come in quella centrale ed in quella orientale, le temperature variano, in media, dai 18-25° C in inverno (da maggio a ottobre), con una forte escursione termica fra il giorno e la notte, ed i 35° C (a volte anche più) in estate (da novembre ad aprile).  La stagione delle piogge va da ottobre/novembre a marzo/aprile.  Bisogna dire, comunque, che le piogge cadono sporadicamente su gran parte del Paese, per cui si può tranquillamente viaggiare anche durante questi mesi.  Nella parte occidentale (zona costiera) le temperature variano, in media, dai 15-25° C, ma a causa dell'influenza della corrente del Benguela, il tempo può variare bruscamente, anche nel corso della stessa giornata - si può anche passare da cielo azzurro, con sole splendente, a cielo nuvoloso, con nebbia intensa: per questo consigliamo sempre di avere, a portata di mano, un cappello ed una giacca impermeabile.  La zona settentrionale è tipicamente subtropicale, con temperature che vanno dai 26° C dell'inverno ai 43° C in estate, con un tasso di umidità molto elevato.

IGIENE, SALUTE E VACCINAZIONI

Nella capitale le strutture medico-ospedaliere private e la reperibilità dei farmaci sono buone.  In caso di particolare necessità si può ricorrere alle strutture sanitarie del Sud Africa.  Malattie presenti: Il colera ha carattere endemico in alcune aree delle province del Kunene, Omusati, Oshana, Ohangwena, Khomas e Otjozondjupa.  Si consiglia a tutti i connazionali di non recarsi nell area tra Opuwo e Omuhonga.  Si raccomanda a coloro che intendessero comunque visitare le cascate Epupa sul fiume Kunene, di utilizzare ogni precauzione igienica, evitando, in particolare, ogni contatto con acqua non trattata.  Inoltre, sempre nel Caprivi e nella regione di Oshikoto, si sono altresì registrati in passato alcuni casi di meningite. La Namibia non ha sinora registrato casi di contagio da virus Ebola.  Le Autorità namibiane hanno tuttavia adottato misure restrittive per prevenire la diffusione del virus nel Paese: - divieto tassativo di ingresso per i viaggiatori non namibiani o non residenti in Namibia provenienti dai Paesi colpiti dall'epidemia di Ebola, - rafforzamento dei controlli all'ingresso in Namibia per i cittadini namibiani e gli stranieri residenti, di ritorno da uno dei Paesi colpiti dall epidemia.  Avvertenze: Si consiglia di: - adottare le necessarie misure igienico-sanitarie; - sottoporsi, previo parere medico, ad una terapia antimalarica nella stagione estiva locale (novembre-marzo) a coloro che intendano recarsi nelle regioni settentrionali del Paese.  Non esistono difficoltà per rimpatri d'emergenza.  Si consiglia comunque di stipulare, prima di intraprendere il viaggio, un'assicurazione sanitaria che preveda oltre alla copertura delle spese mediche, anche l'eventuale rimpatrio aereo sanitario d'emergenza o il trasferimento in altro Paese.
Vaccinazioni obbligatorie: nessuna; la vaccinazione contro la febbre gialla, se si proviene da un Paese dove la febbre gialla è a rischio trasmissione.

LINGUA, POPOLAZIONE E RELIGIONI

Le due lingue ufficiali sono l'afrikaans e l'inglese, usate per i documenti ufficiali, i cartelli stradali e le pubblicazioni.  Il tedesco è una lingua molto diffusa, specialmente nella zona costiera.  Tra le lingue locali più diffuse vi sono l'oshivambo, il nama/damara e altre.  La religione prevalente è il cristianesimo protestante, seguito dalla religione cattolica e da altre religioni come il culto animista.

PATENTE

E' necessaria la patente internazionale (modello Vienna 68 o Ginevra 49), obbligatoria per la guida di veicoli a noleggio.

STRADE, DISTANZE E PERCORSI

Norme di circolazione: guida a sinistra.  Si raccomanda vivamente di adottare molta prudenza nella guida specialmente sulle strade sterrate che sono particolarmente pericolose.  Si consiglia di non superare la velocità di 60 - 70 km/h poiché si potrebbe essere vittime di gravi incidenti, anche mortali per i seguenti motivi: 1) fondo stradale sdrucciolevole (sabbia e/o ghiaietto); 2) rischio di scoppio di pneumatici per la presenza sul terreno di piccoli quarzi; 3) improvviso attraversamento di animali.  Si suggerisce di: - verificare sempre le condizioni dei pneumatici, compreso quello di scorta; - controllare il livello del carburante in ragione delle grandi distanze tra una stazione di servizio e l'altra; - viaggiare sempre con una scorta di acqua.  Tasso alcolemico limite consentito: 0,05%.  Equipaggiamento obbligatorio: le cinture di sicurezza sono obbligatorie sui sedili anteriori e posteriori.  Il seggiolino è obbligatorio per i minori.  Il casco di protezione è obbligatorio per i motociclisti ed i loro passeggeri.  Luci: L'uso dei fari è obbligatorio di giorno in caso di nebbia o riduzione della visibilità per sollevamento di polvere in aria durante la guida su piste sterrate.

TRASPORTI

L'Air Namibia gestisce una rete di voli interni per le città principali del Paese che partono tutti dall'aeroporto di Windhoek.  Per informazioni, prenotazioni e riconferme voli, l'ufficio della compagnia in centro città risponde al seguente numero: 061-229635/30.  Gli autobus di linea in Namibia sono piuttosto scarsi, ma è possibile visitare i luoghi di maggior interesse prendendo un autobus da Windhoek ad un'altra grande città e poi, per esempio, partecipare ad un'escursione.  Discreti, ma non frequenti, i collegamenti di autobus con il Sudafrica.  Come per gli autobus, i collegamenti ferroviari in Namibia sono limitati ai percorsi principali.  Il servizio è comunque molto lento, le partenze sono poco frequenti e gli orari ancora piuttosto flessibili. Il modo più semplice per girare il Paese è sicuramente l'automobile.  Esiste un'ottima rete di strade asfaltate che vanno da Nord a Sud, per la lunghezza del Paese, e verso la zona costiera.  La maggior parte dei luoghi d'interesse è raggiunta da strade di pietrisco in buono stato; anche quelle più piccole sono quasi tutte percorribili da automobili normali.

ABBIGLIAMENTO

Sia che viaggiate nella stagione delle piogge che nella stagione secca, consigliamo abiti leggeri e pratici, t-shirt e pantaloni in cotone.  Per la sera, giacca, maglione e calze pesanti.  Consigliamo una giacca di piumino per la notte, per chi ha intenzione di accamparsi all'aperto, e, in ogni caso, una giacca pesante, soprattutto durante la stagione invernale (da Giugno a Settembre), quando l'escursione termica tra il giorno e la notte è particolarmente forte.  Scarpe comode per i safari, robuste ed impermeabili durante la stagione delle piogge, un buon paio di occhiali da sole e cappello per le uscite diurne.  Come detto, in alcune regioni del paese, i cambiamenti climatici possono essere repentini ed improvvisi, passando dal calore accecante alla pioggia; è quindi particolarmente utile avere sempre una giacca impermeabile/un kway.

CIBO E BEVANDE

Trattandosi di una ex colonia tedesca, non è difficile trovare in Namibia alcuni piatti tipici della Germania; dai wusterl alla birra, dai "Brotchen" (panino) alla Sachetorete.  In Namibia ci si può sbizzarrire con la carne; si può infatti mangiare orice, kudu, struzzo, antilope ed anche coccodrillo.  Per gli amanti del pesce invece si può scegliere tra merluzzo, abadeco del sudafrica, sogliole.  Sono molto apprezzate anche le ostriche allevate nella zona di Swakopmund e le aragoste.  Da assaggiare anche il tartufo del Kalahari, un tubero dal lieve sapore di noce che va ad arricchire insalate, piatti di carne o pesce.  Anche i funghi omajavo sono piuttosto buoni e arricchiscono minestre, piatti di verdure.

ACQUISTI

In Namibia, come in molti stati africani, non mancherà certo l'occasione di acquistare souvenir come statuine di legno oppure oggetti che sono ispirati "all'etnico" ma che spesso, anzi quasi sempre, ben poco hanno a che fare con le tradizioni locali.  Più tipici sono sicuramente oggetti realizzati con lana karakul come tappetini, tessuti ed arazzi.  Ci sono poi le pietre semipreziose quali malachite, quarzo rosa, diaspro, ametista, acquamarina sia allo stato grezzo che tagliate per realizzare gioielli.  A Windhoek ci sono anche negozi specializzati nella produzione di oggetti di lusso in pelle; certo noi siamo convinti che sia decisamente bene non acquistare oggetti realizzati con pelle di coccodrillo o altri animali protetti.  Inoltre ricordatevi che le "swakopmunders", le calzature tipice, sono realizzate con pelle di cadù e che ormai molti negozi ne hanno bandito la vendita.  Naturalmente è vietato acquistare oggetti prodotti con parti di animali protetti; se proprio non potete farne a meno, ricordatevi che, nel caso di oggeti in avorio ad esempio, ci sono souvenir prodotti con materiale ricavato da animali abbattuti secondo criteri selettivi di alcuni parchi namibiani.  Tali oggetti si possono riconoscere perchè forniti di un'etichetta che ne garantisce la provenienza. Noi DARWINIANI comunque siamo sempre più convinti che i souvenir migliori siano le foto ed i ricordi che ogni viaggio può fornire in grandi quantità, senza danneggiare l'ambiente o far soffrire nessun essere vivente.

INFORMATIVA OBBLIGATORIA

Comunicazione obbligatoria ai sensi dell'art. 17 legge 38/2006 : "La legge italiana punisce con la pena della reclusione i reati inerenti alla prostituzione ed alla pornografia minorile, anche se gli stessi sono commessi all'estero."

ALBUM FOTO

BLOG, RACCONTI E ARTICOLI

Più di 100 specie di mammiferi nel parco nazionale d’Etosha

Una fredda corrente oceanica, la corrente del Benguela, conferisce al clima della Namibia una caratteristica aridità, con una varietà climatica ristretta a un range che va da clima desertico a subtropicale. Conseguentemente, la geografia della Namibia si compone di una serie di altopiani circondati da zone desertiche, nell'entroterra, e da pianure, che arrivano fino alla fascia costiera.  È nella parte settentrionale del paese, attorno ad una depressione salina denominata Etosha Pan, che si estende, per 22.900 km², il Parco nazionale d'Etosha.  L'aridità del clima namibiano non deve però trarci in inganno: già all'epoca della fondazione del parco come riserva di caccia nel 1907, quando la Namibia era ancora una colonia tedesca e il parco contava su un'estensione pari a circa la metà di quella attuale, esso era la più grande riserva faunistica mondiale, e oggi è la casa di 340 specie di uccelli (fenicotteri aironi e pellicani, tra gli altri), 114 diverse specie di mammiferi (inclusi grandi mammiferi come elefanti, rinoceronti, giraffe, leoni, ghepardi), 110 tipi di rettili e 16 di anfibi, e addirittura di una specie di pesci.

 

Il parco è abitato dall'antico popolo dei Boscimani, presente nella regione dell'Africa australe da almeno 20.000 anni; in seguito alle migrazioni bantu sono poi giunti nell area del parco anche gli Ovambo, oggi in maggioranza.

Nel parco, a disposizione dei visitatori dall'alba al tramonto, è possibile avventurarsi autonomamente in safari, grazie ad appositi percorsi tranquillamente percorribili con i propri mezzi, e osservare gli animali da piazzole predisposte.  Nelle riserve private di Ongava e Onguma (rispettivamente nelle vicinanze di Andersson's Gate e Namutoni), situate immediatamente fuori dai confini del parco, è anche possibile prendere parte a safari a piedi e notturni, accompagnati da guide esperte, uno dei molti servizi offerti dalle riserve.  Rimanendo all'interno del parco, si può invece alloggiare in uno dei lodge presenti, quali i lussuosi Onkoshi Lodge e Dolomite Camp, e i noti rest camp Namutoni, Halali e Okaukuejo.

 

Se si intende recarsi in Namibia, è consigliabile scegliere un periodo tra maggio e settembre, i mesi più freddi per il Paese, tenendo anche conto che il momento migliore per un safari sarebbe durante la stagione secca, da aprile a dicembre, quando è più facile osservare gli animali nei pressi delle numerose pozze d acqua del parco.

LEGGI
Gli Himba
Bisogna spingersi su a Nord, nella spettacolare e isolata regione del Kaokoland, per poter incontrare gli Himba, magnifica popolazione nomade che vive in comunità isolate nelle valli remote. Gli Himba si spostano seguendo la scarsa pioggia, alla ricerca di foraggio per il loro bestiame:più precisamente, questo compito è demandato agli uomini, mentre alle donne è affidata la cura del villaggio. Ogni insediamento Himba (onganda) è composto da più capanne (ondjuwo) edificate con rami e rivestite di terra impastata e lisciata con orina animale, disposte attorno ad un kraal centrale. Le tribù sono organizzate in clan con linea gerarchica femminile (omaanda), ed a capo di ogni onganda c'è una matriarca. La struttura sociale è estremamente complessa: ogni bambino Himba appartiene sia ad un clan patrilineare (oruzu) che ad uno matrilineare (eanda): ogni clan discende da un antenato comune, il cui mito è all'origine del clan stesso, ed ha i propri tabù, che riguardano il divieto di mangiare la carne di un determinato animale o la proibizione per le donne mestruate di mungere le vacche. Grande importanza nella cultura Himba riveste la cura dei capelli e l'acconciatura. I giovani maschi portano i capelli rasati con un solo ciuffo in mezzo alla testa: il ciuffo viene lasciato crescere con l'età e viene pettinato all'indietro in un'unica treccia (ondatu): raggiunta l'età del matrimonio (a circa 25 anni), i capelli vengono divisi in due trecce (ozondatu). Quando poi il giovane si sposa deve sempre nascondere i capelli con un berretto (ozondumbu) che si può togliere solo quando dorme ed in caso di lutto. Le giovani, invece, si fanno crescere i capelli che pettinano in due trecce rivolte in avanti, finchè, con la pubertà, possono sciogliere i capelli in tante trecce: da questo momento, possono avere rapporti sessuali. I capelli ed il corpo delle donne vengono spalmati di grasso e di ocra ed altre erbe aromatiche. Le acconciature delle donne sono molto particolari e indicano lo stato sociale: come detto, le due trecce sono riservate alle giovani, mentre le trecce cosparse di grasso ed ocra sono delle donne mature: la donna sposata aggiunge in testa un ciuffo di pelle di antilope (omarembe) che rivolta quando è vedova, e porta una conchiglia (ozohumba) fra i seni, proveniente dai mari dell'Angola e considerato un simbolo di fertilità. In particolare, questa straordinaria collana a doppio contrappeso dorsale (non ha equivalenti nel continente africano) attira lo sguardo del visitatore e può essere considerata l'icona del popolo Himba e, per estensione, della Namibia.
LEGGI
TREKKING A FISH RIVER CANYON
Nell'angolo più meridionale della Namibia, il Fish River Canyon è una delle più grandi meraviglie naturali dell'Africa. L'impressionante gola scavata da questo affluente del fiume Orange è per dimensioni la seconda della Terra dopo il Grand Canyon statunitense. Proprio come il suo fratello maggiore, il Fish River Canyon è insieme un museo archeologico all'aperto e uno straordinario terreno di avventura. Per quanto isolato e selvaggio, il canyon percorso dal Fish River è stato conosciuto dall'uomo fin da tempi molto lontani. Secondo i San, uno dei primitivi popoli del deserto, il canyon fu creato dal serpente Koutelga Kooru, che si ritirò qui in una profonda tana per sfuggire ai cacciatori che lo inseguivano. La valle del Fish River offre al camminatore uno dei percorsi più affascinanti dell'intero continente africano, in ambiente selvaggio, spettacolare e assai ricco di sorprese, che richiede almeno quattro giorni di impegno. Il 'percorso è fattibile solo nel cuore dell'inverno australe (da Maggio ad Agosto) a causa del clima, ed è possibile solo a chi presenta ai ranger all'ingresso un certificato di idoneità fisica rilasciato 40 giorni prima dell'inizio del trekking. Per limitare l'impatto ambientale, possono incamminarsi sul sentiero non più di 40 persone al giorno. È consigliato prenotarsi con buon anticipo presso il Reservations Office, Nature Conservation and Recreation Resorts (00264 61 236975). È talvolta possibile ottenere un permesso all'ultimo minuto aggregandosi a un gruppo oppure approfittando di una cancellazione. Il più forte motivo di interesse del sentiero sono le forme bizzarre delle rocce e la straordinaria imponenza delle muraglie che chiudono i fianchi del canyon, nelle quali si alternano arenaria, calcare, scisti e granito; inconsueta ed emozionante è anche la vicinanza del fiume, il più lungo della Namibia e uno dei pochissimi in grado di ospitare pesci. Ricchissima la fauna della zona: zebra di montagna, numerosi babbuini ed in casi eccezionali si lascia avvistare anche il signore della savana, il leopardo. Facili da osservare dal fondo del canyon sono gli avvoltoi e le aquile. Assai scarsa è invece la flora, che a causa del clima torrido del deserto si limita a poche specie di piante grasse. L'itinerario inizia dal belvedere più settentrionale del Fish River continuando senza mai allontanarsi dal fiume attraversando parti più strette e selvagge con massi e sabbia soffice, suoli ghiaiosi, zone ricche di vegetazione fino ad arrivare a un riposante bagno nelle sorgenti termali di Ai-Ais. Si può scegliere tra numerosi posti per accamparsi e l'equipaggiamento è quello normale da trekking, necessarie tenda e autonomia per i viveri. È consentito dai regolamenti in vigore la possibilità di portarsi amo e lenza per pescare nelle acque del Fish River. L'acqua del fiume è potabile ed è comunque la sola a disposizione. La necessità di tutelare questa area èstata riconosciuta quando nel 1962 il canyon è stato protetto come monumento nazionale e nel 1969 l'intera area è diventata un magnifico Parco Nazionale. Questo articolo è tratto da "Trekking in Africa", un libro di Stefano Ardito, pubblicato nel 1996 da White Star, ha avuto varie edizioni straniere (Gran Bretagna, USA, Germania e Francia) e comprende 16 itinerari dalle Canarie al Capo di Buona Speranza. Stefano Ardito fa il giornalista, il fotografo e il documentarista, si occupa di viaggi, natura e montagna e ha pubblicato una settantina tra libri e guide.
LEGGI
SELF DRIVE IN NAMIBIA
Le buone condizioni della rete stradale della Namibia consentono agli amanti dell'avventura e dei viaggi individuali di organizzareitinerari e safari attraverso il paese, utilizzando auto fuoristrada o semplici berline, guidate per conto proprio.
La scelta del mezzo da noleggiare va fatta in relazione all'itinerario che si vuole effettuare, ed anche se, come sopra accennato, la rete stradale è generalmente in buone condizioni, questa è costituita prevalentemente da strade sterrate. Per questo motivo bisogna considerare tempi di percorrenza molto più lunghi del normale, rispettare i limiti di velocità, e seguire la regola tassativa di viaggiare solo durante le ore diurne. Le auto fuoristrada possono essere equipaggiate con tende "roof tent": una o due tende montate sul tetto delle vettura, apribili in pochi minuti al momento dell'occorrenza.
Questa soluzione è particolarmente favorevole agli amanti della vita all'aria aperta, cosiderando che i pernottamenti, sono vivamente consigliati nelle aree dedicate al campeggio. In Namibia si possono noleggiare auto berline o auto fuoristrada 4x4 a chilometraggio illimitato ed è possibile, eventualmente, estendere il proprio viaggio a paesi confinanti come il Sudafrica o il Botswana. Un'attenzione particolare va rivolta al pacchetto di assicurazione che viene rilasciata con il contratto di autonoleggio.
Esistono infatti diverse soluzioni di copertura danni a costi sensibilmente diversi tra loro.È inoltre possibile, e in certi casi vivamente consigliato, effettuare le prenotazioni di alberghi e lodges lungo l'itinerario che da voi è stato precedentemente programmato.
LEGGI
Via dei Campani, 63
00185 Roma
tel.: 064941161
fax: 064940472
info@darwinviaggi.com
 
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

® DARWIN SAS - Tutti i diritti riservati - P.IVA 01982491001