Wild Experience
Wild Experience
Wild Experience

Un suggestivo viaggio alla scoperta delle meraviglie culturali e naturali dello Sri Lanka, che combina giornate di safari all'interno dei più bei parchi naturali e riserve nazionali del paese con visite alle città patrimonio UNESCO presenti sul territorio.  Un tour dunque ch vi consentirà di conoscere questo straordinario paese sia dal punto di vista naturalistico e paesaggistico che culturale e religioso, e che vi consentirà di toccare con mano gli sforzi fatti nel corso degli ultimi decenni per preservare intatto e conservare al meglio il suo straordinario patrimonio ecologico e storico.  In compagnia di una guida locale parlante italiano, vi muoverete da una regione all'altra dello Sri Lanka, visitando luoghi sempre diversi per storia e patrimonio ecosistemico.  La flora e la fauna meravigliose e diversificate colmeranno di meraviglia l'occhio attento del viaggiatore che non si accontenta di un turismo mordi e fuggi, ma che ambisce a esperire più profondamente la meta del suo viaggio. 

a partire da € 1.090

Durata: 13 giorni / 12 notti
Partenze: private tutti i giorni da Colombo, garantite con un minimo di 2 partecipanti
Assistenza: Autista locale parlante italiano.

Galleria
Programma di viaggio
Day 1 - Colombo / Negombo
Arrivo all'aeroporto di Colombo, disbrigo delle formalità doganali ed incontro con un nostro rappresentante locale e il vostro autista parlante italiano.  Trasferimento a Negombo (tempo indicativo di percorrenza: mezz'ora circa) e sistemazione in hotel.  Qualora l'orario del volo di arrivo lo consenta, visita alla palude di Muthurajawela.  Cena e pernottamento in hotel.
Day 2 - Negombo / Parco Nazionale Wilpattu / Anuradhapura
Prima colazione in hotel e trasferimento privato in auto da Negombo verso il Parco Nazionale di Wilpattu (135 km, tempo di percorrenza indicativo: 2 ore circa).  La peculiarità di questo luogo è la presenza di "Willus", ovvero di laghi naturali e bacini d'acqua naturali depressi o depressioni che si riempiono di acqua piovana. Situato nella zona asciutta della pianura della costa nordoccidentale di Sri Lanka, il parco si trova a 30 km ad ovest di Anuradhapura e si trova a 26 km a nord di Puttalam.  Il parco ha un'estensione di 131, 693 ettari e un'altitudine che varia da 0 a 152 metri slm.  Quasi sessanta laghi (Willu) e cisterne sono sparsi per tutto il parco di Wilpattu, che è il più grande e uno dei più antichi parchi nazionali dello Sri Lanka.  Wilpattu è famoso in tutto il mondo per la presenza al suo interno di una nutrita colonia di leopardi (Panthera pardus kotiya), la cui presenza precisa è tuttora sconosciuta.  Inoltre sono state identificate 31 specie di mammiferi all'interno del perimetro di questo parco nazionale: tra le specie mammifere identificate come specie in via di estinzione e qui presenti ricordiamo l'elefante, l'orso bradipo, il leopardo e e il bufalo d'acqua.  Sambhur, cervi maculati e manguste sono le specie più diffuse a Wilpattu.  Al termine della visita, prosecuzione verso Anuradhapura (30 km, tempo di percorrenza indicativo: 45 minuti circa).  Cena e pernottamento in hotel.
Day 3 - Anuradhapura / Parco Nazionale Minneriya / Dambulla
Prima colazione e partenza per un tour di mezza giornata alla scoperta di Anuradhapura, antica città che per ben 1400 anni è stata la capitale del paese, dal V secolo A.C. fino agli inizi del X secolo d.C., la più celebrata tra le antiche città dello Sri Lanka.  I più grandi tesori della città sono i suoi dagobas costruiti con mattoni e lo sonoforma emisferica.  I più notevoli di questi dagobas sono il Ruvanveliseya risalente al II secolo a.C., con un diametro di 90 metri circa, il Jetawanarama, con un diametro di 113 metri circa e il Thuparama Dagoba, incastonato nella clavicola del Buddha.  La più famosa reliquia della città è l'Albero sacro di Bo, che si dice sia cresciuto da un ramo dell'albero sotto il quale Buddha ottenne l'illuminazione.  Fu piantato 2250 anni fa ed è il più antico albero autenticato storicamente esistente al mondo.  Anuradhapura è un "sito patrimonio mondiale dell'Umanità" dell'UNESCO.  Al termine della visita, si proseguirà in direzione di Minneriya (85 km, tempo indicativo di percorrenza: 2 ore circa), dove effettueremo un safari in fuoristrada all'interno dell'omonimo Parco Nazionale.  Questo parco ha un'estensione di 8889 ettari ed è famoso per la sua grande popolazione di elefanti in branchi da 100 a 150 esemplari che si muovono liberamente nella giungla e che è possibile osservare in prossimità del bacino idrografico del lago.  Entreremo nel parco dall'ingresso di Ambagaswewa, a circa 6 km da Habarana, lungo la strada principale che collega Habarana a Polonnaruwa.  L'ufficio dei guardiaparco è al fianco della strada principale. Una popolazione di circa 300 elefanti selvatici è censita all'interno del Parco Nazionale di Minneriya.  Al termine, si prosegue in direzione di Dambulla.  All'arrivo, check in in hotel, cena e pernottamento.
 
Day 4 - Dambulla / Matale / Udawatta Kele Sanctuary / Kandy
Al termine della prima colazione check-out e proseguimento in direzione di Kandy passando per Matale (85 km, tempo indicativo di percorrenza: 2 ore circa ). All'arrivo a Kandy, visita dell'Udawatta Kele Sanctuary. Si tratta di una riserva forestale storica situata su un crinale della città di Kandy.  Durante l'epoca del regno Kandyan, Udawatta Kele era noto come "Uda Wasala Watta", che in singalese significa "giardino situato sopra il palazzo reale". Questo luogo è famoso per la sua variegata avifauna (uccelli). La riserva ospita anche una grande varietà di specie vegetali, in particolare liane, arbusti e piccoli alberi. Particolarmente interessanti sono le molte liane giganti. Tanti dei mammiferi di piccole e medie dimensioni endemici nello Sri Lanka li potete trovare qui. Vi sono inoltre diversi tipi di serpenti e altri rettili che potrebbero essere visibili. Udawatta Kele fu designata come riserva forestale nel 1856, e divenne un santuario nel 1938. Il dipartimento forestale dello Sri Lanka ha due uffici nella riserva, uno dei quali (situato all'ingresso sud-est) ha un centro di educazione ambientale dove potrete visitare una mostra permanente di immagini, manifesti, animali di peluche, ecc. Facilmente accessibile e di notevole interesse per la sua grande varietà di flora e fauna, la foresta ha un grande valore educativo e ricreativo.  Gruppi di scolari e studenti regolarmente visita la foresta e il centro educativo.  La foresta è inoltre particolarmente nota ai turisti stranieri, in particolare agli appassionati di bird watching.  Riveste infine una certa importanza sul piano religioso, in quanto vi sono tre eremi di meditazione buddista e tre grotte che ospitano i monaci buddisti eremiti.  All'arrivo a Kandy, proseguirete per un tour della città che include una visita alla reliquia del tempio del dente (durata del tour: 1 ora e mezza totali, incluso uno spettacolo di danza tradizionale della durata di 45 minuti).  Kandy, la capitale delle colline, è un altro sito riconosciuto come Patrimonio Culturale dall'UNESCO.  E' stata l'ultima roccaforte dei re singalesi durante il dominio portoghese, olandese e britannico e venn infine ceduta agli inglesi nel 1815 dopo un accordo.  Per i buddhisti dello Sri Lanka e del mondo, Kandy è uno dei siti più sacri, in quanto è la casa della "Dalada Maligawa" - Tempio della reliquia del sacro dente di Buddha.  Nelle vicinanze si trovano i resti del Palazzo Reale ("Maha Wasala"), del "Palle Wasala" - dove soggiornarono le regine - ora adibito a Museo Nazionale, del "Meda Wasala", dove vivevano altri parenti stretti della famiglia reale.  Si visiteranno inoltre la  Audience Hall, il Natha Devala e il Vishnu Devala, che si trovano tutti all'interno della stessa area.  Il suggestivo padiglione balneare ("Ulpenge") è vicino al lago, mentre al centro del lago si trova l'isola chiamata "Kiri samudraya" (oceano bianco latte), che veniva utilizzata dai re come residenza estiva.  Oggi l'isola  è divenuta un importante centro culturale e religioso, dove trovano spazio la religione buddhista, l'arte, l'artigianato, la danza, la musica e le tradizioni culturali in genere.  I visitatori potranno in questo luogo ammirare dal vivo  danze e musica tradizionali durante gli spettacoli culturali giornalieri che si svolgono in diversi luoghi della città. (Ingressi inclusi).  Cena e pernottamento in hotel a Kandy.
Day 5 - Kandy / Pinnawala Elephant Orphanage / Nuwara Eliya
Dopo la prima colazione, check-out e proseguimento per l'orfanotrofio degli elefanti di Pinnawala (40 km, tempo di percorrenza indicativo: 1 ora circa).  A circa 90 km da Colombo, a margine della strada che congiunge Colombo a Kandy si trova Pinnawala, dove nel 1975 fu creato un orfanotrofio per ospitare gli elefanti abbandonati e feriti.  Il numero di elefanti è attualmente di oltre 65 unità, inclusi cuccioli sia provenienti da diverse regioni che altri nati a seguito del programma di allevamento in cattività.  Il momento migliore per visitare il centro è l'orario dei pasti, che vengono somministrati dalle 09.30 alle 10.00, dalle 13.30 alle 14.00 oppure al momento del bagno, tra le 10.00 e le 10.30 e tra le 14.00 e le 14.30, quando tutto gli elefanti vengono portati al fiume adiacente.  A seguire, proseguimento in direzione di Nuwara Eliya; sosta per la visita di una piantagione / fabbrica di tè lungo il percorso (125 Km, tempo di percorrenza indicativo : 4 ore circa).  Check in in hotel.  In serata, breve tour guidato della città di Nuwara Eliya.  Conosciuta anche come la "Piccola Inghilterra" dello Sri Lanka, si staglia su meravigliosi fondali di montagne, valli, cascate e piantagioni di tè.  Dovrebbe essere uno dei posti più belli dell'isola, ma è proprio come un giorno di primavera inglese, anche se la temperatura scende di notte.  Intorno a Nuwara Eliya ammirerete varie testimonianze dell'influenza britannica, quali case di campagna o palazzi in stile Regina Anna.  Il Victoria Park, nel mezzo della città, è un luogo incantevole per una passeggiata o un picnic ed è anche un ottimo posto per il bird-watching, dal momento che in questo parco si trovano alcuni uccelli rari.  Le stagioni possono essere assenti altrove nello Sri Lanka, ma qui puoi leggerle dai fiori, che sbocciano in primavera (da marzo a maggio) e in autunno (agosto e settembre).  Queste sono le "stagioni" in cui le popolazioni delle campagne accorrono a Nuwara Eliya per sfuggire al caldo e all'umidità a livello del mare.  Cena e pernottamento presso l'hotel.
Day 6 - Nuwara Eliya / Horton Plains National Park / Nuwara Eliya
Prima colazione in hotel e partenza in direzione del parco nazionale di Horton Plains (30 km - tempo indicativo di percorrenza: 45 minuti circa). Questo parco nazionale si trova a 50 km da Nuwara Eliya passando per Ambewela e Pattipola; le piane di Horton misurano solo 3160 ettari in estensione. Denominate in SriLankese "Mahaeliya", vennero rinominate Horton Plains in onore di Sir Robert Horton, governatore britannico dal 1831 al 1837.  Horton Plains divenne una riserva naturale nel 1969 e potenziata come parco nazionale nel 1988, grazie alla sua conca unica che ospita una straordinaria biodiversità endemica all'interno della cosiddetta "Cloud Forest Reserve".  Qui la flora endemica è particolarmente preziosa in termini di biodiversità.  Le colline sono coperte da una foresta di piante fitte sempreverdi in cui anche i larghi alberi a tronco sono cresciuti appiattiti al terreno, a ridosso delle pendici più alte spazzate dal vento.  Due orridi, il "World’s End" e il "Little World’s End" che si affacciano a picco dalle Horton Plains rispettivamente per 300 e 900 metri e le cascate di Baker sono luoghi imperdibili.  Questo è l'unico parco nazionale in cui i visitatori possono camminare da soli lungo i sentieri segnati senza assistenza di guide.  Al termine della visita, rientro in hotel.  Pomeriggio a disposizione.  Cena e pernottamento a Nuwara Eliya.
Day 7 - Nuwara Eliya / Elephant Transit Home / Udawalawe
Prima colazione in hotel, check-out e proseguimento per Udawalawe (160 km, tempo di percorrenza indicativo: 4 ore circa).  Check in in hotel e al pomeriggio visita della Elephant Transit Home (ETH), che si prende cura dei cuccioli di elefante orfani fino a quando non sono indipendenti e abbastanza capaci di essere rilasciati in ambiente naturale. Anche se la maggioranza dell'opinione pubblica ha sostenuto con entusiasmo questa iniziativa, in origine alcuni esperti di conservazione ambientale avevano avanzato dubbi sulla sua effettiva fattibilità.  Alcuni si opposero apertamente all'iniziativa e tentarono di interrompere il programma di conservazione fornendo risorse manodopera minime; ciononostante, la ETH è riuscita ad affermarsi ed è ora conosciuta come uno dei migliori centro di riabilitazione per animali selvatici al mondo.  Situata al confine occidentale dei 33.000 ettari del Parco Nazionale Udawalawe, l'ETH è adiacente al "bacino idrico di Udawalawe".  I cuccioli di elefante non hanno confini nell'area e hanno libertà di muoversi a loro piacimento.  Analogamente, gli elefanti selvatici possono entrare liberamente all'interno del territorio dell'ETH.  Le fluttuazioni stagionali dei livelli d'acqua nei bacini della struttura creano un ambiente ideale sia per i piccoli elefanti che per gli esemplari selvatici.  Cena e pernottamento a Udawalawe.
Day 8 - Udawalawe / Parco Nazionale Udawalawe / Tissamaharama
Prima colazione in hotel, per poi partire facendo un safari in fuoristrada 4x4 per visitare il Parco nazionale di Udawalawe (25 km di distanza).  Il Parco Nazionale di Udawalawe copre un'area di 230.821 ettari ed è stato inaugurato nel 1972.  Si trova a circa 180 km di distanza da Colombo sulla strada che collega Ratnapura e Pelmadulla.  Questo parco è famoso per la sua folta popolazione di elefanti: se ne contano circa 500.  Vivono nel parco anche altre specie quali il bufalo selvatico, il cervo maculato,  il muntjak, il cinghiale, il sambar, sempre appartenente alla famiglia dei cervidi, la lepre, la mangusta, il coccodrillo e 30 specie di serpenti riconosciute. Vi sono tre centri di interesse all'interno del parco, rispettivamente Seenuggala, Weheragolla e Thimbiriyamankada e 2 punti di campeggio, Weheramankada e Pransadara.  Nel parco si trovano inoltre 50 specie di farfalle e molte specie di uccelli.  Al termine della visita, check-out dall'hotel e proseguimento in direzione di Tissamaharama (70 km, tempo di percorrenza indicativo: 1 ora e mezza circa).  Check in in hotel, cena e pernottamento.
Day 9 - Tissamaharama / Parco Nazionale di Yala / Tissamaharama
Partenza all'alba (ore 05.30) per intraprendere un safari in jeep 4x4 e visitare il parco nazionale di Yala (colazione al sacco, distanza: 50 km, tempo di percorrenza indicativo: 1 ora circa).  Il Ruhunu National Park copre un'area di 126.786 ettari, incluso lo Strict Natural Reserve (Blocco II).  Il più conosciuto è il Blocco I (14.101 ettari); questi blocchi furono istituiti nel 1938.  Il Parco Nazionale di Yala è famoso per le sue grandi mandrie e per i numerosi elefanti, leopardi, cervi maculati, Sambar, coccodrilli, manguste, cinghiali, bufali selvatici e molti altri.  All'interno del parco sono state registrate più di 130 specie di uccelli tra residenti e migratori. Vi sono 7 punti di sosta all'interno del parco e pochi campeggi.  Al termine della giornata, rientro per la cena ed il pernottamento in hotel a Tissamaharama.
Day 10 - Tissamaharama / Parco Nazionale Bundala / Mirissa
Al termine della prima colazione, check-out e proseguimento in direzione del Parco Nazionale di Bundala per un safari 4x4 mattutino (25 km, tempo di percorrenza indicativo: 30 minuti circa).  Con una superficie di 6216 ettari è una delle 3 "RAMSAR" (Riserve delle zone umide) ufficialmente approvate e istituite in Sri Lanka (le altre due sono Annaiwilandawa, oltre Chilaw e Madhu Ganga Reserve a Balapitiya); questa riserva ospita, nel periodo che va da agosto ad aprile, oltre 20.000 esemplari di uccelli marini.  Il parco
è costituito da lagune e piane fangose che si formano tra una marea e l'altra: in questo habitat unico, gli uccelli migratori vengono a riposarsi e nutrirsi; le sue spiagge di sabbia dorata e le sue dune di sabbia in prossimità del mare sono un luogo eletto dalle tartarughe per nidificare, mentre sulla terraferma trovano casa elefanti, cervi, bufali, cinghiali, coccodrilli e pavoni.  In questo parco avrete la possibilità di avvistare oltre 150 specie (di cui 45 specie di "trampolieri") di volatili residenti e uccelli migratori.  Migliaia di fenicotteri maggiori e minori, pellicani maculati, spatole, anatre, cormorani indiani, piviere delle rocce e varie specie di aironi sono solo alcuni dei grandi stormi che transitano in questa riserva.  Oltre al questo formidabile campionario di specie endemice, il Parco ospita anche l'interessante sito di Pathirajawela, che riveste un particolare interesse poiché ospita le prime testimonianze della presenza umana preistorica
l'uomo si trova nell'isola.  Al termine della visita, prosecuzione in direzione di Mirissa (120 km, tempo di percorrenza indicativo: 3 ore di viaggio circa).  Check in in hotel, cena e pernottamento.
Day 11 - Mirissa / Galle / Hikkaduwa
Partenza di buon mattino al porto ittico al fine di effettuare un'escursione in barca che vi consentirà di fare degli avvistamenti spettacolari di delfini e balene (N.B. da novembre ad aprile).  Al termine dell'escursione, proseguimento in direzione della città di Galle (45 km, tempo indicativo di percorrenza: 1 ora circa) e breve tour della città di Galle. Check-in in hotel, cena e pernottamento a Hikkaduwa.
Day 12 - Hikkaduwa / Colombo
Prima colazione in hotel, check-out e partenza per Colombo; en route, visita all'interessante vivaio di tartarughe di Kosgoda (125 Km, tempo di percorrenza indicativo: 3 ore circa).  Durata della visita: circa mezz'ora,  dove potrete vedere cinque specie di tartarughe: tartaruga verde (Cheloniamydas),
tartaruga embricata (Eretmochelysimbricata), tartaruga caretta (Carettacaretta), tartaruga di cuoio (Dermochelyscoriacea) e tartaruga olivastra (Lepidochelysolivacea).  Al termine della visita, arrivo e sistemazione in hotel a Colombo.  Nel pomeriggio, tour della città di Colombo.In origine Colombo era solo un piccolo porto marittimo, che divenne famoso nel XVI secolo con l'arrivo dei portoghesi nel 1505 e lo sviluppo come importante porto che avvenne durante il periodo britannico.  Colombo è divenuta la capitale dello Sri Lanka nel 1815, dopo che il regno di Kandyan fu ceduto agli inglesi. Potrete trovare vestigia degli edifici delle fasi di dominazione portoghese, olandese e britannica si trovano in ogni area della città.  Nessuna delle fortificazioni portoghesi e olandesi sono visibili oggigiorno, ma alcuni edifici e chiese sono visitabili nelle aree di Fort e Pettah.  Vi suggeriamo una visita di Fort, l'ex centro amministrativo britannico e presidio militare, con la Sea Street, e il distretto degli artigiani orefici nel cuore di Pettah, per terminare con l'area del Bazaar, impreziosita dalla presenza di un tempio indù con elaborate sculture in pietra; altri punti di interesse sono la Kayman's Gate con il campanile all'ingresso originale a entrare nel forte, la chiesa olandese di Wolfendhaal risalente al 1749, il tempio buddista Kelaniya risalente al 6 ° secolo a.C., la moschea di Davatagaha, il museo di Colombo e il museo di Storia Naturale.  Qualora ci sia tempo sufficiente, visiteremo anche la BMICH (Bandaranaike Memorial International Conference Hall), con la copia di un Buddha Avukana lì nei pressi e il Memoriale dell'Indipendenza.  Cena e pernottamento in hotel a Colombo.
Day 13 - Colombo / Italia
Prima colazione in hotel e partenza in direzione dell'aeroporto (40 km, tempo di percorrenza indicativo: 40 minuti circa).  Fine dei servizi.
Quote di partecipazione a partire da € 1.090

Partenze tutti i giorni da Colombo garantite con un minimo di 2 partecipanti.

+      LA QUOTA COMPRENDE
  • Servizio di accoglienza da parte di un nostro corrispondente locale all'aeroporto; 
  • La sistemazione in camere doppie negli alberghi menzionati nel programma di viaggio;
  • Trattamento di mezza pensione nelle strutture menzionate per tutta la durata del viaggio;
  • Trasporto in auto privata con aria condizionata con guidatore parlante italiano per tutta la durata del viaggio, inclusi i trasferimenti da e per l'aeroporto;
  • 2 bottiglie d'acqua da 500 ml al giorno per ogni partecipante;
  • Tasse e servizi;
  • Costi di noleggio per i veicoli fuoristrada per visitare i parchi (esclusi gli ingressi ai Parchi);
  • Assicurazione Filo Diretto Assistenza al Viaggiatore. Per le garanzie di Assistenza, Spese Mediche e Bagaglio. Vedi i dettagli nella sezione Informazioni www.darwinviaggi.com/it/informazioni
+      LA QUOTA NON COMPRENDE
  • Il trasporto aereo dall'Italia per Colombo;
  • Gli ingressi ai parchi e ai siti menzionati nel programma di viaggio;
  • Le bevande ed extra di ogni genere negli hotel e nei ristoranti;
  • I costi per l'ottenimento dei visti; 
  • Assicurazione facoltativa contro le penali di annullamento da richiedere al momento della prenotazione;
  • Quota di iscrizione obbligatoria € 40 a persona, gratuita per i bambini fino ai 12 anni non compiuti;
  • Tutto quanto non espressamente indicato alla voce "La quota comprende".
Via dei Campani, 63
00185 Roma
tel.: 064941161
fax: 064940472
info@darwinviaggi.com
 
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

® DARWIN SAS - Tutti i diritti riservati - P.IVA 01982491001